Nuove iniziative, Video

La malattia neurologica va in scena su YouTube

di Fabio Bettani

CON I MIGLIORI FILMATI RACCOLTI IN UN VIDEO DI 3 MINUTI

Neuro Film Festival 2012

A New Orleans, il prossimo 22 aprile, oltre diecimila spettatori assisteranno alla premiazione finale di un concorso video che negli Stati Uniti furoreggia, nonostante l’assenza di lustrini e paillettes. Già, perché i giurati saranno neurologi provenienti da tutto il mondo, e la premiazione avverrà nell’ambito del 64° convegno annuale della American Academy of Neurology (AAN).

Sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle malattie neurologiche non è facile: l’Alzheimer, il Parkinson e la sclerosi multipla sono certo ben presenti nell’immaginario collettivo, ma pochi di noi si attivano in prima persona per sostenere (e finanziare) la ricerca medica in quest’ambito.

L’idea dell’AAN, lanciata nel 2010, è tanto banale quanto straordinaria: bandire un concorso in cui si invita lo stesso pubblico, il fantomatico popolo della Rete, a realizzare e montare videoclip per diffondere la consapevolezza del ruolo fondamentale della ricerca neurologica per la nostra società. È il Neuro Film Festival, una sorta di Telegatto delle neuroscienze, con un primo premio di tutto rispetto: un assegno da mille dollari e una vacanza alle Hawaii.

Come definire, in una parola, i video prodotti dal pubblico in questi tre anni di concorso? Variegatissimi. Alcuni allegri e spensierati, altri estremamente toccanti, spesso realizzati in prima persona dai malati neurologici o dai loro partner, dai loro familiari, dai loro amici. Il concorso impone solo tre regole: parlare di malattie neurologiche, rispettare rigorosamente il limite massimo di 5:00 minuti, e concludere il filmato con lo slogan “Let’s put our brains together for brain research!”.

Abbiamo riassunto in pochi minuti i video più significativi, a nostro sindacabilissimo giudizio, tra i 105 candidati dell’edizione 2012. Per vedere tutti gli altri vi rimandiamo al canale YouTube dell’AAN. E per scoprire chi si aggiudicherà i tre premi finali, tra cui uno attribuito attraverso un sondaggio online? Appuntamento al 22 aprile a New Orleans.

Lascia un commento

Il tuo commento