I pubblici della scienza

Dottori 2.0: a giugno appuntamento europeo in Francia

di Anna Davini

Il 22-23 giugno a Parigi si tiene Doctor 2.0, conferenza europea sugli scenari che il web 2.0 ha aperto per i professionisti della salute. In che modo medici e operatori utilizzano i nuovi strumenti per comunicare con colleghi, pazienti, aziende farmaceutiche, istituzioni? Quali sono le loro attese? E quali le opportunità? L’iniziativa è promossa da Basil Strategie, società fondata da Denise Silber per fornire consulenza a professionisti, imprese, associazioni, istituzioni nel campo della e-health.

E-health, salute 2.0, e-medicine, social health. Come dimostra una ricerca pubblicata nel 2010 dal Journal of Medical Internet Research, queste espressioni contengono cose diverse: consumatori, tecnologia, rete, professionisti e caregivers, social network, collaborazione, informazione, comunicazione. Sono queste le parole che definiscono il campo semantico della salute al tempo dei social media.

Un territorio che Lucien Engelen, fra gli autori dello studio citato, esplora nel manuale digitale Little Booklet about Health 2.0 e nel proprio blog. La produzione e lo scambio orizzontali di informazione sulla salute inaugurati dal web 2.0 – auspica Engelen – offrono per il futuro l’opportunità di una gestione partecipata della salute: da flusso di comunicazione a senso unico (dalle istituzioni sanitarie al paziente), la salute può diventare un processo democratico che mette in campo il sapere di tutti i soggetti coinvolti, professionisti, pazienti, familiari, caregivers in genere.

Che cosa serve per costruire questo futuro? Gli strumenti della tecnologia, certo, ma anche una trasformazione più profonda: è necessario – scrive ancora Engelen – scardinare procedure e protocolli, routine sclerotizzate che organizzano le pratiche intorno a se stesse e non alle persone. Routine che creano disagio in primo luogo agli operatori (qualche dato sul fenomeno lo fornisce il New York Times) e spengono la passione che avvicina i giovani alla medicina. Sono i temi al centro della campagna “For Com-Passion for Care”, promossa dal Radboud University Nijmegen Medical Centre per ripensare le prassi di alcuni ospedali olandesi (qui una cassetta degli attrezzi per una participatory healthcare). Lanciata con questo video, l’iniziativa sarà discussa il prossimo 4 aprile in occasione della prima conferenza del programma TedxMaastricht.

Campaigning for com-passion for care from lucien engelen on Vimeo.

1 commento

[…] This post was mentioned on Twitter by Giuseppe Franco, Tin Hang Liu. Tin Hang Liu said: Dottori 2.0: a giugno appuntamento europeo in Francia http://bit.ly/eZhI1g #SMM #Italy […]

I commenti sono disabilitati