Competenze e formazione, Modelli di business, Nuove iniziative

Google per la cittadinanza mediatica globale

di Alessio Cimarelli

Logo ufficiale di Ashoka

Logo ufficiale di Ashoka.

“Media is an integral part of how people understand, access, and share information about the world around them”, i media fanno integralmente parte delle modalità con cui le persone comprendono, acquisiscono e condividono le informazioni sul mondo che le circonda. È con questa definizione di media che Google presenta il suo supporto all’iniziativa di Ashoka, un’organizzazione no-profit nata nel 1981 e dedicata allo sviluppo dell’imprenditorialità sociale nel mondo: una competizione globale di idee che affrontino il problema dell’accesso, sia passivo che attivo, ai media e quindi a un livello più profondo di partecipazione consapevole dei cittadini alla società.

Citizen Media: A Global Innovation Competition è aperta a qualsiasi idea che vada in questa direzione, ma muove da alcuni punti fermi. Mira a dare voce alle popolazioni più emarginate, soprattutto dando loro gli strumenti per la produzione e la distribuzione di media; a equipaggiare efficacemente giornalisti e comunicatori in generale con strumenti per la diffusione delle notizie; a rafforzare la libertà di parola e il rispetto della privacy lì dove sono ancora deboli; a ideare nuovi modelli di sostenibilità economica per le notizie di qualità; ad aiutare le persone ad accedere più facilmente alle notizie, rendendole in grado di comprenderle, giudicarne il valore e verificarne l’autenticità. Soprattutto gli ultimi due punti mostrano come si vogliano affrontare problematiche non solo legate alle difficoltà di alcune aree più arretrate del pianeta, ma anche di grandissima attualità nel mondo dei media più avanzato.

The Citizen Media Global Innovation CompetitionLe proposte possono essere inviate on-line dal sito della competizione entro il 14 settembre prossimo e saranno giudicate da una giuria composta da Michael Maness, della Knight Foundation, Esther Wojcicki, di Creative Commons, e Jared Cohen, di Google Ideas. Ci saranno infine quattro vincitori scelti dal pubblico stesso, a cui andrà un (piccolo) premio di 5000 dollari, ma soprattutto la possibilità di accedere a un periodo di training retribuito all’interno di Ashoka.

I commenti sono disabilitati