Etica e deontologia, I pubblici della scienza, Politica della ricerca

Scienza e comunicazione per le donne dell’India

di Enrico Febbo

March 8: Il Presidente del Congresso Sonia Gandhi incontra le attiviste del 'Mahila Congress' in occasione della Giornata Internazionale della Donna a New Delhi (©Hindustan Time)

In occasione della Giornata Internazionale della Donna di ieri (8 marzo) il governo indiano, per tramite del Prasar Vigyan (un istituto nazionale di comunicazione di scienza e tecnologia)  ha annunciato oggi un composito programma di comunicazione della scienza sulla salute e il cambiamento sociale delle donne indiane (che sono circa 600 milioni), con particolare attenzione alla malnutrizione.

Questo programma si occuperà di diffondere una corretta informazione sui miti e realtà della salute della donna e sulle malattie ancora scarsamente conosciute (e quindi prevenute) in India, come obesità, ipertensione e disturbi cardiaci, cancro della cervice dell’utero, l’HIV/AIDS, depressione e disturbi mentali. Per tutta la settimana sono previsti seminari, consultazioni, dibattiti, sia nella capitale Bhawan Vigyan che in alcune aree del paese a più elevata densità di popolazione.

Parteciperanno agli eventi donne scienziate, medici, esperti di alimentazione e nutrizione, professionisti che lavorano sul cancro cervicale e sulla salute mentale, insieme al personale dell’ICD (Integrated Child Development Services) e dell’ASHA (Association for Social and Health Advancement) nominati dal Ministero della Salute e della Famiglia Welfare nell’ambito del National Rural Health Mission. Un gran numero di membri della società civile e rappresentanti delle ONG di donne entreranno a far parte della campagna.

“Le donne costituiscono la metà della nostra popolazione. Pertanto, è molto significativo che il Prasar Vigyan abbia dedicato alle donne la sua campagna di comunicazione”, ha detto Kiran Walia, Ministro per le Donne e lo Sviluppo del Bambino (governo di Delhi).

Dasgupta Kinkini Misra, scienziato e capo della divisione di genere del Vigyan Prasar, afferma che “Il nostro obiettivo è di educare le donne e gli enti che a loro erogano servizi sull’anemia, la malnutrizione e le malatie ad esse associate. Ci sono molti modelli di sviluppo disponibile presso il Dipartimento di Scienza e Tecnologia, modelli basati su un approccio semplice alle abitudini alimentari più salutari. Vogliamo diffondere quei modelli a tutte le donne indiane”.

I commenti sono disabilitati