Appuntamenti, Audio, Multimedia lab, Occupazione professionale

Se anche le scimmie scrivono bene…

INTERVISTA A NICOLA BRUNO

di Michele Bertuccelli

Nicola Bruno

Stats Monkey non è un primate dalle eccezionali capacità di scrittura, bensì un software che, abilmente implementato con un algoritmo, è capace di scrivere articoli di baseball molto velocemente e in un inglese perfetto. Presto sarà utilizzato anche con l’hockey e il football, seminando il panico tra i giornalisti, che vedranno farsi ancora più incerto un lavoro già precario.

È questo ciò che dobbiamo attenderci dal giornalismo di domani? E in che modo i social network, gli smartphone e le nuove tecnologie contribuiranno ad alterare il giornalismo e il modo di comunicare la scienza che verranno?

Precisione, velocità, intelligenza, partecipazione, trasparenza, libertà, bellezza e cambiamento sono le parole chiave associate alle otto storie di giornalismo all’epoca del web 2.0, raccolte da Nicola Bruno insieme a Raffaele Mastrolonardo, e pubblicate, nel marzo 2011, nel libro intitolato La scimmia che vinse il Pulitzer. Personaggi, avventure e (buone) notizie dal futuro dell’informazione, edito da Mondadori.

In tempi in cui si è portati a credere che il giornalismo tradizionale sia oramai allo stremo, Nicola Bruno sostiene che difficilmente il mestiere di giornalista sarà sostituito dall’uso massiccio di twitter e facebook, ma piuttosto sarà utile riuscire a cogliere le opportunità che nuovi attori sociali stanno apportando in un campo dell’informazione sempre più ampio.

Di tutto questo, mercoledì 23 novembre, a Trieste, Nicola Bruno parlerà a MAPPE, durante un workshop sul giornalismo scientifico. Noi lo abbiamo intervistato anche per chiedergli che cosa ne è stato di Wikileaks, ovvero di quel fenomeno che – capace di cogliere l’esigenza di trasparenza dei lettori – aveva promesso di cambiare una volta per tutte le sorti del giornalismo tradizionale. Ma è andata davvero così? Sentiamo cosa ci ha raccontato.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

I commenti sono disabilitati