Il marketing dell'informazione

Social media marketing: il timing migliore per i nostri post

di Eleonora Viganò

credit: Intersection Consulting

Quando postare su facebook o twitter per avere maggiore visibilità?

Si pone questa domanda chi ha qualcosa da “vendere” e utilizza i canali social per promuoversi, ma soprattutto chi studia il social media marketing, offrendo servizi alle aziende.

Io stessa potrei chiedermi quando dovrei iniziare a condividere questo articolo sulla mia pagina, su quella di Jekyll, e su twitter. Per rispondere a questa domanda ho trovato un’ottima infografica pubblicata da Tristan Handy sulla pagina “blog” del sito di Argyle Social, società che si occupa appunto di marketing “sociale”.

L’analisi si divide in “business to business” (B2B) e “business to consumer” (B2C) per capire come agire nel caso in cui il nostro target sia un’altra azienda oppure il consumatore.

Unendo i primi due grafici scopriamo che in settimana intorno a mezzogiorno twitter e facebook vengono rimpinzati con il maggior numero di post da parte dell’ufficio marketing, poiché in questo caso si “posta” proprio quando si è al lavoro.

Ma ciò che noi vogliamo è soprattutto avere seguito, far sì che il nostro post venga letto e condiviso.

Immaginiamo che l’azienda Jekyll voglia diffondere una nuova campagna di comunicazione per migliorare la sua immagine (B2C), quando si dovrà postare?

A un rapido sguardo della nostra infografica scopriamo che il tweet settimanale ottiene un risultato di poco inferiore rispetto al tweet del weekend. Scegliendo il fine settimana, meglio durante il giorno in una bella domenica. Su facebook invece postiamo sicuramente nel weekend, possibilmente di notte e meglio ancora se lo facciamo di domenica.

Insomma, se vogliamo farci conoscere dal grande pubblico il collega del marketing dovrà iniziare a lavorare anche nei giorni di riposo.

I commenti sono disabilitati